Analisi Patch 6.2 + mazzi per iniziare la stagione
7 Maggio 2020
Movius00 al torneo dei Gwent Partner!
11 Maggio 2020

Il lato oscuro di ESC, capitolo 4

DISCLAIMER: Il contenuto dell’articolo è a scopo completamente ed esclusivamente satirico, non prendete del serio nulla di quanto leggerete. Del resto è scritto da me, vi dovrebbe già far pensare. 

-Movius

E così la season è finita, una season in cui abbiamo iniziato ad indagare le oscure vicende di ESC, una season in cui abbiamo scoperto cose che mai avremmo voluto scoprire.

Qualcuno potrebbe pensare che con la fine della season finisca anche il mio compito e la mia missione… ma non è così!

Finché avrò storie da raccontare e misteri da svelare non mi fermerò, e se i poteri forti dovessero farmi sparire prima di ciò… così sia, sono pronto a tutto per continuare a raccontarvi la verità.

A conferma di ciò anche questa settimana ho scoperto qualcosa, che dovrebbe essere sconvolgente, ma che ormai dopo tutto quello che ho visto e sentito non mi sorprende neanche troppo. 

La mia mente si sta lentamente abituando a questa assurda normalità che vivo ogni giorno… temo prima o poi di poter diventare come le persone che denuncio in questi articoli, e spero quasi che se questo dovesse succedere ci sarà un nuovo figlio di Dagon a portare avanti il mio compito.


Nei vecchi articoli vi ho raccontato le storie di due vittime del team ESC, oggi invece leggerete qualcosa di diverso, e alla fine dell’articolo penserete di aver letto un libro di fantascienza o di aver visto un film di Star Wars, e vi sembrerà tutto assurdo, ma fidatevi di quello che scrivo, infatti anche se non posso condividerle ho le prove che confermano tutto ciò che affermo.

Ebbene cominciamo.

Innanzitutto dobbiamo parlare di uno dei membri più attivi della community di ESC, penso lo conosciate più o meno tutti, si tratta infatti di Fritzdecat, che alcuni potrebbero definire il fan più accanito del team ESC. 

Attivissimo sia su Discord che su Telegram, praticamente dalla nascita di ESC incoraggia i giocatori, risponde alle domande in chat, è sempre molto disponibile, ecc.

Insomma il membro della community che ogni admin vorrebbe.

Eppure c’è qualcosa di strano.


Nessuno si è mai chiesto il motivo di questo amore incondizionato? Che neanche le mie storie sono riuscite a intaccare?

Forse davvero nessuno se lo è mai domandato, ma io invece l’ho fatto e ho trovato una risposta sconvolgente.


Per quanto assurdo possa sembrarvi, per quando vi riesca difficile credere a quello che vi dico, la verità è che Fritzdecat non esiste.

O meglio, esiste, ma è un bot.


Vi starete chiedendo come sia possibile, e come mai nessuno se ne sia mai accorto prima d’ora, non preoccupatevi vi spiegherò tutto.

 

La storia comincia un anno fa, quando ESC nacque e aprì il suo server Discord e Telegram, creò il sito e iniziò a reclutare giocatori e content creator.

All’inizio essendoci pochi italiani su Gwent la community arrancava un po’, le discussioni non erano molto “vivaci” e i membri attivi erano assai pochi.


Da lì agli admin nacque un’idea, creare un bot che fosse sempre presente sul server, che partecipasse alle conversazioni vivacizzandole e contribuendo a generare “traffico” sul server.

L’idea piacque subito, ma innanzitutto serviva un nome per il bot, allora MirandaTheTempest andò nelle sue cantine (già allora aveva un brutto vizio con i rapimenti anche se ancora non lo sapevo) e chiese ai suoi “ospiti” di pensare a un nome per il bot e di iniziare anche a lavorare sul database di risposte e frasi che avrebbe scritto una volta messo in funzione.


Forse il nome Fritzdecat era una specie di messaggio in codice dai prigionieri di allora, ma forse non lo sapremo mai.


Comunque, proseguendo col racconto, un paio di mesi dopo il bot era pronto, con un algoritmo di machine learning incredibilmente avanzato, persino superiore ai livelli di Alexa o Siri… dopo alcune settimane di test, il bot Fritzdecat venne aggiunto al server.

Tra l’altro nei mesi successivi alla sua primissima ideazione, il server aveva già iniziato a popolarsi e diventare più attivo, quindi il compito impartitogli si rivelò molto più semplice di quanto inizialmente pensato.


Passarono alcuni mesi e tutto andava per il meglio, il server era sempre più attivo, Fritz interagiva con tutti alimentando le discussioni e supportando anche i player di ESC (all’oscuro della sua reale identità), le frasi di incoraggiamento inserite nel suo programma erano così efficaci che numerosi mesi dopo CI_87 riuscì persino a fare la top64 con il supporto del bot di ESC.


Nessuno sospettava di Fritz… ma col tempo qualcosa cambiò

Il bot iniziò dapprima a dare risposte che non erano inizialmente nel suo database, per poi passare a fare interi discorsi non previsti nella sua programmazione.

La goccia che fece traboccare il vaso fu un episodio in cui Fritz il bot espresse un’opinione diversa da uno degli admin.

Il fatto mise subito in agitazione i programmatori… stava succedendo qualcosa di strano dentro Fritz… era necessaria un’indagine più approfondita.


Per un paio di giorni Fritz sparì dal server. Molti si chiesero dove fosse finito, e la versione ufficiale è che fu impegnato a studiare per esami universitari.

La verità è che in quei giorni la sua memoria interna venne reinizializzata nella speranza di rimuovere i bug che si stavano verificano… ma non funzionò.


Ormai sfuggito al controllo di ESC, le opzioni rimaste erano due: rimuovere Fritzdecat, scelta più sicura ma che avrebbe generato numerosi sospetti; oppure installare nella sua memoria dei finti ricordi che gli facessero credere di essere una persona reale e non un bot, e infine rimandarlo nel server lasciandolo in un certo senso “libero”.


Si optò per la seconda possibilità. Certamente non per una mancanza di scrupoli nell’eliminarlo da parte degli admin, quanto piuttosto per la paura che qualcuno (come me) indagasse sulla sua sparizione.

 

 

E così siamo arrivati al Fritz che oggi tutti conoscete, un bot di ESC che crede di essere umano.

Col tempo a sua insaputa gli sono state aggiunte inoltre delle nuove feature, come la capacità di interagire in chat vocale, o addirittura la possibilità si spostarsi nelle chat di Twitch dei giocatori ESC. Inoltre periodicamente vengono aggiunte al suo database tutte le nuove carte che vengono inserite nel gioco, così come ogni informazione che gli admin ritengono utile.

Se non mi credete, la prossima volta che siete in chat vocale, provate a fargli qualche domanda completamente fuori dal contesto di cui stavate parlando… vedrete che ci metterà moltissimo a rispondere e a volte potreste addirittura sentire un lieve “bzzzz” di cui forse non vi siete mai accorti.

E ancora una volta, ricordate che nulla in ESC è come sembra, tenetelo bene a mente ogni volta che aprite Discord o Telegram.

Ci vediamo prossimo venerdì cari lettori.

-il Figlio di Dagon

 

 

ESC Card Gaming Phoenix Logo


Seguici sui nostri canali:

    Discord               Twitter            Telegram

    Facebook           Instagram

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com