Andiamo a Commandare! – Calupama
30 Marzo 2020
Proviamo le nuove abilità di fazione
Proviamo le nuove Abilitá di Fazione – Calupama
6 Aprile 2020

Leader Skin Review #1 – Re Foltest

Gwent Leader Skin Review

Non sapete come spendere gli ultimi soldi rimasti sulla carta di credito? Siete indecisi su quale albero delle ricompense investire i vostri Reward Points? Niente paura: grazie a questa guida sarete in grado di capire quali sono i leader migliori, quelli più divertenti e quelli da evitare a ogni costo.
Ogni leader è giudicato con una valutazione da 1 a 5 stelle per ognuno dei seguenti criteri:

  • Aspetto – come il leader si presenta nella schermata Selezione Leader.

  • Animazioni in-game – le sue movenze all’attivazione di un’abilità o di un taunt.

  • Interazione – i “taunt”, ovvero le frasi con cui il leader può schernire l’avversario. NB: le interazioni sono valutate nella lingua in cui sono pronunciate, ovvero l’inglese.

  • Skin alternative

Nella speranza che questa guida possa strapparvi qualche risata, cominciamo!

Regni Settentrionali – Re Foltest (Royal Skin)

Aspetto – Il Re di Temeria, Pontar, Mahakam e Sodden è rappresentato brandendo una coppa di vino con una mano e stringendo l’elsa della spada appesa alla cintura con l’altra. Purtroppo, l’aspetto del Re non trasmette il senso di fierezza che dovrebbe contraddistinguerlo: il volto annoiato, una veste rossa in bassa risoluzione che sembra uscita da Telemarket e scarni rilievi tridimensionali danno l’impressione che il povero sovrano sia tutt’al più un marchese di provincia. Persino l’animazione di default non dura più di una manciata di secondi. In definitiva, l’aspetto del sovrano è il trionfo della mediocrità. 

Animazioni in-game – come la maggior parte dei leader, Foltest non possiede animazioni personalizzate a seconda del tipo di abilità utilizzata. Tutte le animazioni in-game vertono o sulla spada, che viene sguainata in caso di attivazione dell’abilità Leader, o sulla coppa di vino, sorseggiata in un taunt attivato nel proprio turno o agitata con rabbia in un taunt attivato nel turno avversario. Nonostante la semplicità delle animazioni, queste risultano fluide e ben congegnate, sempre in linea con ciò che Foltest dice o fa.

Interazione – I taunt sono il vero pezzo forte di Re Foltest. Sempre al limite tra un tono ostile e uno ironico, le esclamazioni del sovrano costituiscono dei veri e propri tormentoni di Gwent.

  • You’re going down: “Grrr, I’ve had battles go awry, but this topples them all!”

  • Watch this: “The finest of Temeria’s Finest”

  • Bad Move: “Are you a jester? Is that it?”

  • Well played: “Don’t give up easy, do you?”

  • Hurry up: “Enough! Do something! Stop mocking about!”

  • Thanks: “This I like!”

Skin alternative: Venerable Guardian Skin – Beh, la skin conserva sicuramente gran parte delle caratteristiche e dello spirito della Royal Skin, perché tranne i colori della veste non cambia nulla. Anzi, l’abbinamento cromatico discutibile riesce nell’impresa di rendere la skin ancora più scialba dell’originale: a meno che non siate dei collezionisti o persone con un discutibile senso estetico, la Venerable Guardian è una skin da evitare ad ogni costo.

Considerazioni finali – Quella di Foltest è una skin che ha il suo punto di forza nel comparto sonoro e che costituisce una scelta valida per chiunque voglia prendersi gioco degli avversari con frasi sprezzanti e dannatamente divertenti. L’occhio, però, vuole la sua parte, e Foltest non riesce ad attrarre l’attenzione né con la sua skin di default, né con l’orrida Venerable Guardian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com